Il Consiglio Nazionale Forense è l’organismo apicale istituzionale dell’Avvocatura e rappresenta l’intera classe forense.

Modifica degli arti. 20 e 27 del Codice deontologico forense

Schemi DM e pareri CNF inviati al Ministero della Giustizia

Il Consiglio Nazionale Forense esprime, ai sensi dell'articolo 1, comma 3 della legge 31 dicembre 2012, n. 247 recante Nuova disciplina dell'ordinamento della professione forense, pareri sugli schemi di regolamento di competenza del Ministero della Giustizia di attuazione della legge, ai fini della loro adozione.

Il CNF esprime tali pareri sentiti i Consigli dell'Ordine territoriale e le Associazioni forensi maggiormente rappresentative. Il Ministero della Giustizia invia poi gli schemi di regolamenti alle Commissioni parlamentari competenti.

In questa pagina sono pubblicati gli schemi dei regolamenti ministeriali ed i testi dei pareri resi dal CNF, come inviati al Ministero della Giustizia.

null Modifica degli arti. 20 e 27 del Codice deontologico forense

Modifica degli artt. 20 e 27 del Codice deontologico forense

La delibera di modifica degli articoli 20 e 27 del CDF del Consiglio Nazionale Forense è stata pubblicata nella Gazzetta Ufficiale, Serie Generale 13 aprile 2018, n. 86, all'esito delle procedure di consultazione di cui all'art. 35, comma 1, lett. d) della legge 31 dicembre 2012, n. 247, avviate ai sensi della delibera del Consiglio Nazionale Forense del 22 settembre 2017.

Le modifiche degli artt. 20 e 27 CDF entreranno in vigore decorsi sessanta giorni dalla pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale, il 12 giugno 2018, ai sensi dell'art. 3, comma 4, legge 31 dicembre 2012, n. 247.

Allegati
Newsletter CNF
Per ricevere aggiornamenti sull'attività e gli eventi del CNF, le iniziative parlamentari e ministeriali in tema di giustizia e professione forense sottoscrivi l'iscrizione alla newsletter.