Il Consiglio Nazionale Forense è l’organismo apicale istituzionale dell’Avvocatura e rappresenta l’intera classe forense.

Ufficio Studi (a cura di) Scheda di analisi n. 2/2012 - DISPOSIZIONI PER LA PREVENZIONE E LA REPRESSIONE DELLA CORRUZIONE E DELL’ILLEGALITÀ NELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

Dossier Ufficio Studi

null Ufficio Studi (a cura di) Scheda di analisi n. 2/2012 - DISPOSIZIONI PER LA PREVENZIONE E LA REPRESSIONE DELLA CORRUZIONE E DELL’ILLEGALITÀ NELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

Ufficio Studi (a cura di) Scheda di analisi n. 2/2012 - DISPOSIZIONI PER LA PREVENZIONE E LA REPRESSIONE DELLA CORRUZIONE E DELL’ILLEGALITÀ NELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

L’Ufficio studi del Cnf ha predisposto una scheda di analisi per orientarsi nelle nuove e complesse disposizioni della legge 190/2012 Disposizioni per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell’illegalità nella pubblica amministrazione (cosiddetta legge anticorruzione), che entra in vigore il 28 novembre.

Pur non esprimendo giudizi sulla efficacia delle norme rispetto agli obiettivi iniziali (aggiornare l’attuale sistema per meglio contrastare il fenomeno corruttivo-adeguare la legislazione italiana agli standards internazionali-eliminari i costi Paese della diffusione del fenomeno), in attesa che l’attuazione in concreto delle disposizioni potrà dispiegarsi, la scheda d’analisi riporta le considerazioni già emerse nella dottrina penalistica.

Il lavoro, volto a favorire una lettura agile delle nuove disposizioni per districarsi nella complessiva modifica sistemica, si apre evidenziando i profili di maggior rilievo, che in sintesi sono:

  • l’istituzione di una nuova Autorità Nazionale Anticorruzione, con compiti di controllo e indagine sulla pubblica amministrazione;
  • la previsione di responsabili per la lotta contro la corruzione in tutti gli enti pubblici, inclusi quelli locali; per questi ultimi è anche stabilita una rotazione delle cariche nei settori più a rischio;
  • maggiore chiarezza e trasparenza dell’attività delle amministrazioni pubbliche e precisazioni per quanto riguarda gli appalti e gli incarichi in società controllate dalle PP.AA.;
  • inasprimento delle pene per i reati coinvolti e nuova definizione di alcuni reati, tra cui la concussione, oltre alla creazione di uno nuovo, previsto dalle normative europee: il “traffico di influenze”;
  • incentivi e garanzie per i dipendenti pubblici che denuncino episodi di corruzione.

In allegato le schede d'analisi

Newsletter CNF
Per ricevere aggiornamenti sull'attività e gli eventi del CNF, le iniziative parlamentari e ministeriali in tema di giustizia e professione forense sottoscrivi l'iscrizione alla newsletter.