Il rafforzamento del ruolo dell'Avvocato in Costituzione

La proposta avanzata dal Consiglio Nazionale Forense sul rafforzamento del ruolo dell’avvocato in Costituzione ipotizza una modifica dell’art. 111 della Carta fondamentale, così da prevedere la libertà e l’autonomia del professionista e la necessità della difesa tecnica. 

Il progetto riconosce il ruolo pubblicistico svolto dell’avvocatura, ma nel rispetto della natura libera della professione forense. 

Nel dettaglio, limitando l’intervento di «revisione alle sole previsioni concernenti strettamente l’avvocatura», si propone di esplicitare in Costituzione che «nel processo le parti sono assistite da uno o più avvocati» e che solo «in casi straordinari, tassativamente previsti dalla legge, è possibile prescindere dal patrocinio dell’avvocato, a condizione che non sia pregiudicata l’effettività della tutela giurisdizionale», specificando che «l’avvocato esercita la propria attività professionale in posizione di libertà e di indipendenza, nel rispetto delle norme di deontologia forense». 

La proposta termina con una previsione riguardante «la funzione giurisdizionale sugli illeciti disciplinari dell’avvocato» che si ritiene debba essere esercitata «da un organo esponenziale della categoria forense, eletto nelle forme e nei modi previsti dalla legge, che determina anche le sue altre attribuzioni» e contro le decisioni del quale sia ammesso il ricorso per Cassazione. 

Complessivamente considerata, dunque, la proposta del Consiglio Nazionale Forense mira a rafforzare il ruolo dell’Avvocato in Costituzione per difendere in primis il principio di democrazia e secondariamente, ma non per importanza, i principi di libertà, autonomia nonché indipendenza che sovraintendono all’esercizio della professione forense. 

Per leggere il testo del progetto del Consiglio Nazionale Forense di modifica costituzionale dell'art.111 della Carta, mediante la previsione della libertà e autonomia dell’Avvocato e della necessità della difesa tecnica, CLICCA QUI.

l'evento di presentazione del progetto
L'Avvocato in Costituzione
9 febbraio 2018, ore 12.15

L'Avvocato in Costituzione

Tavola rotonda di presentazione del progetto CNF di modifica dell'art.111 della Carta

Roma , Viale del Monte Oppio, 7 - Palazzo Brancaccio
Indietro

L'Avvocato nella Costituzione e per la democrazia - Viterbo 27 giugno 2019

Aggiungi al calendario 27/06/2019 27/06/2019 Europe/San_Marino L'Avvocato nella Costituzione e per la democrazia Viterbo , Via Sabotino - Sala Auditorium, Università della Tuscia false DD/MM/YYYY ayZPkOYVJzAzmRsuKmsK13015

L'Avvocato nella Costituzione e per la democrazia

Data e luogo
27 giugno 2019, ore 14.45
Viterbo , Via Sabotino - Sala Auditorium, Università della Tuscia

L'Avvocato nella Costituzione
e per la democrazia


VITERBO - Sala Auditorium - Università della Tuscia - Via Sabotino
27 giugno 2019 - ore 14.45-18.15

 


SALUTI:


Prof. Alessandro Ruggieri
Magnifico Rettore dell'Università degli Studi della Tuscia


Dott.ssa Maria Rosaria Covelli
Presidente del Tribunale di Viterbo

 

Dott. Paolo Auriemma
Procuratore della Repubblica del Tribunale di Viterbo


INTRODUCE:


Avv. Marco Prosperoni
Presidente del Consiglio dell'Ordine degli Avvocati di Viterbo


MODERA:


Avv. Federica Gigli
Consigliere dell'Ordine degli Avvocati di Viterbo


RELATORI:


Avv. Andrea Mascherin
Presidente del Consiglio Nazionale Forense
Ruolo costituzionale e sociale dell'Avvocato


Primo Presidente Giovanni Canzio
Presidente Emerito della Corte Suprema di Cassazione

L'indipendenza della Magistratura 
e dell'Avvocatura nella Costituzione

 


Ai partecipanti saranno riconosciuti n.4 crediti formativi in materia deontologica.