Il rafforzamento del ruolo dell'Avvocato in Costituzione

La proposta avanzata dal Consiglio Nazionale Forense sul rafforzamento del ruolo dell’avvocato in Costituzione ipotizza una modifica dell’art. 111 della Carta fondamentale, così da prevedere la libertà e l’autonomia del professionista e la necessità della difesa tecnica. 

Il progetto riconosce il ruolo pubblicistico svolto dell’avvocatura, ma nel rispetto della natura libera della professione forense. 

Nel dettaglio, limitando l’intervento di «revisione alle sole previsioni concernenti strettamente l’avvocatura», si propone di esplicitare in Costituzione che «nel processo le parti sono assistite da uno o più avvocati» e che solo «in casi straordinari, tassativamente previsti dalla legge, è possibile prescindere dal patrocinio dell’avvocato, a condizione che non sia pregiudicata l’effettività della tutela giurisdizionale», specificando che «l’avvocato esercita la propria attività professionale in posizione di libertà e di indipendenza, nel rispetto delle norme di deontologia forense». 

La proposta termina con una previsione riguardante «la funzione giurisdizionale sugli illeciti disciplinari dell’avvocato» che si ritiene debba essere esercitata «da un organo esponenziale della categoria forense, eletto nelle forme e nei modi previsti dalla legge, che determina anche le sue altre attribuzioni» e contro le decisioni del quale sia ammesso il ricorso per Cassazione. 

Complessivamente considerata, dunque, la proposta del Consiglio Nazionale Forense mira a rafforzare il ruolo dell’Avvocato in Costituzione per difendere in primis il principio di democrazia e secondariamente, ma non per importanza, i principi di libertà, autonomia nonché indipendenza che sovraintendono all’esercizio della professione forense. 

Per leggere il testo del progetto del Consiglio Nazionale Forense di modifica costituzionale dell'art.111 della Carta, mediante la previsione della libertà e autonomia dell’Avvocato e della necessità della difesa tecnica, CLICCA QUI.

l'evento di presentazione del progetto
L'Avvocato in Costituzione
9 febbraio 2018, ore 12.15

L'Avvocato in Costituzione

Tavola rotonda di presentazione del progetto CNF di modifica dell'art.111 della Carta

Roma , Viale del Monte Oppio, 7 - Palazzo Brancaccio
Indietro

XXXIV Congresso Nazionale Forense Catania 4-6 ottobre 2018

XXXIV Congresso Nazionale Forense
Aggiungi al calendario 04/10/2018 06/10/2018 Europe/San_Marino XXXIV Congresso Nazionale Forense Il Ruolo dell’avvocato per la democrazia e nella Costituzione Catania false DD/MM/YYYY ayZPkOYVJzAzmRsuKmsK13015

XXXIV Congresso Nazionale Forense

Il Ruolo dell’avvocato per la democrazia e nella Costituzione

Data e luogo
4 - 6 ottobre 2018
Catania

XXXIV Congresso Nazionale Forense

 

“Il Ruolo dell’avvocato per la democrazia e nella Costituzione”

 

Catania 4 - 6 ottobre 2018


La celebrazione del XXXIV Congresso Nazionale Forense esprime la volontà dell’Avvocatura di riaffermare la propria funzione di essenziale tutela del sistema democratico tratteggiato nelle regole di equilibrata e civile convivenza, anche internazionale, dettate dai Padri costituenti. Il diritto alla difesa dei propri diritti, che la Costituzione sancisce con gli artt. 3 e 24, si coniuga, infatti, con il diritto di essere equamente giudicati nel perimetro giurisdizionale, laddove i relativi soggetti/attori si confrontano nel comune intento di pervenire ad una giusta decisione. 

Difesa e rispetto dei reciproci diritti e doveri consentono, così, di avvicinare la compiuta realizzazione di una democrazia relazionale capace di superare i confini geografici e di affermarsi, quindi, come presidio dei diritti umani e fondamentali.

L’Avvocatura italiana dedica a questo tema le proprie riflessioni, chiamando ad unirsi a sé altre scienze, altri saperi, altre persone, donne ed uomini, disposti a discuterne ed a confrontarsi civilmente. 

Presidente CNF     
Avv. Andrea Mascherin

 

Per ogni informazioni sul programma, sulle modalità di iscrizione e l'organizzazione generale 
visita il sito dedicato al
XXXIV Congresso Nazionale Forense